Nuova iniziativa green per Arcese: introdotte le Redbox, le plastic boxes per un trasporto sempre più sostenibile

Non più solo packaging monouso: grazie all’utilizzo di contenitori riutilizzabili i servizi di distribuzione Arcese per il settore retail diventano ancora più efficienti e sostenibili

In un settore altamente competitivo e dinamico come quello della logistica, saper cogliere le nuove sfide e migliorare costantemente il livello dei servizi offerti sono condizioni indispensabili per gli operatori del settore che vogliono distinguersi e soddisfare sempre al meglio ogni esigenza dei propri clienti.

I venditori al dettaglio oggi si trovano ad affrontare un ambiente altrettanto dinamico, caratterizzato da consumatori sempre più esigenti e da una supply chain che necessita di diventare sempre più digitale, omnicanale e ”green”. Consapevole di ciò, Arcese – da sempre attenta all’innovazione, alla sostenibilità e all’ottimizzazione dei propri servizi – ha recentemente introdotto e iniziato a testare per alcune tratte e clienti nel canale retail le Redbox.  Queste scatole riutilizzabili di ultima generazione sono state disegnate e personalizzate da Arcese in collaborazione con il produttore tedesco per offrire una soluzione versatile per il trasporto delle merci. Le Redbox consentono quindi di velocizzare le attività di handling e distribuzione rendendo così più efficienti le operazioni legate ai servizi Arcese.

Le Redbox sono dunque la soluzione ideale per migliorare l’efficienza del trasporto: grazie all’interno predisposto con divisori protettivi e alla possibilità di riutilizzo, questo packaging ha tutte le potenzialità per ridurre nel lungo termine l’esigenza di imballaggi monouso, offrendo ai clienti in ambito retail una soluzione efficace in grado di diminuire la produzione di rifiuti.
Una soluzione più che efficiente, dunque, nonché ecosostenibile: le Plastic Boxes permettono infatti un’importante riduzione del consumo di cartone. Un’ulteriore conferma dell’impegno ambientale di Arcese nel perseguire l’obiettivo di rappresentare il modello d’impresa socialmente responsabile.

Questi speciali contenitori sono inoltre caratterizzati da un’eccezionale robustezza, sono in grado di garantire la massima sicurezza durante il trasporto e di proteggere la merce da eventuali effrazioni. Sono anche estremamente versatili, offrendo la possibilità di essere richiuse facilmente e compattate dopo l’utilizzo, occupando fino al 80% di spazio in meno, caratteristica che può fare la differenza nei settori altamente competitivi. Nel flusso di ritorno il contenitore può viaggiare abbattuto ma anche pieno– nei casi di gestione dei flussi reverse logistics – dando quindi qualità sia alla parte di distribuzione ma anche a quella di raccolta di prodotti che vengono trasferiti o rientrano presso i depositi centralizzati.

I nostri clienti sono sempre più sensibili alle tematiche ambientali, oltre che all’innovazione del servizio offerto”, dichiara Guido Pietro Bertolone – CEO di Arcese. “Da sempre la nostra azienda pone una particolare attenzione alla sostenibilità lungo tutta la supply chain con iniziative volte ad evitare gli sprechi, ottimizzare i processi oltre al costante aggiornamento della nostra flotta grazie all’introduzione di veicoli alimentati a gas o elettrici che permettono di ridurre le emissioni in atmosfera”. E conclude: “Il sistema è attualmente in fase di test all’interno dei flussi tra Francia, Italia, UK e Spagna, per alcuni clienti nel settore fashion e in un secondo momento saranno anche utilizzate in Benelux, ma il nostro obiettivo è molto più ambizioso: vogliamo infatti arrivare a introdurre le Redbox anche in altri flussi e in altri settori, certi che rappresentino un tassello fondamentale nella nostra politica orientata oltre che al continuo miglioramento dei servizi offerti anche alla sostenibilità”.

Torna al Blog