Prosegue l’impegno sostenibile di Arcese: al via consegne a emissioni zero in centro a Londra

È operativo dal mese di giugno il nuovo mezzo alimentato a gas naturale compresso e dedicato ai servizi di distribuzione nel centro della capitale britannica

L’attenzione per l’ambiente è un’esigenza sempre più sentita nel settore dei trasporti e della logistica. Per Arcese, oltre che una priorità, è un elemento portante della propria identità e strategia aziendale.

L’introduzione del nuovo Iveco Daily Natural Power per le consegne nel centro a Londra risponde appunto a questa esigenza e al piano aziendale di ridurre le emissioni generate dallo svolgimento delle proprie attività. Il nuovo mezzo, dotato di un motore con tecnologia CNG, consente da un lato di ridurre le emissioni, e dall’altro di aumentare la silenziosità di circa 5 decibel rispetto alle versioni Diesel. Il veicolo a doppia alimentazione metano/benzina ha un’autonomia che può raggiungere i 490 km e verrà utilizzato principalmente per le consegne nel centro della capitale inglese. Il gas naturale che alimenta il mezzo consente una riduzione delle emissioni di CO2 di circa il 40%, di ossidi di azoto di circa il 94% e di polveri sottili di circa il 95%. Una novità “green” che permette inoltre ad Arcese di allinearsi in anticipo alla nuova normativa – in vigore da aprile 2019 – riguardo alle limitazioni di accesso alla Ultra-Low Emission Zone (ULEZ) di Londra, area all’interno della quale sono presenti i nostri principali punti di consegna.

La strategia del nostro Gruppo è da sempre focalizzata sulla riduzione delle emissioni: per questo oltre a rinnovare costantemente la flotta proseguiamo il nostro impegno nell’introdurre, sia a livello sperimentale che industriale, mezzi ad alimentazione alternativa” afferma Michele Nascetti, Country manager di Arcese UK, e aggiunge: “La sostenibilità per Arcese è una leva di business che va oltre le richieste dei nostri clienti. Il senso di eco-sostenibilità è infatti un valore che influenza le scelte quotidiane in azienda e ci spinge a muoverci in diversi ambiti tra cui, solo per citarne alcuni: la limitazione della velocità massima dei mezzi, il controllo dello stile di guida, la certificazione del carbon footprint per le diverse commesse, fino allo sviluppo del trasporto combinato strada-short sea-ferrovia.”

Questo nuovo e importante passo in UK è un’ulteriore conferma dell’impegno sociale e ambientale di Arcese nel perseguire l’obiettivo di rappresentare il modello d’impresa socialmente responsabile. I prossimi step saranno infatti l’introduzione di mezzi ad alimentazione alternativa a Barcellona e Ginevra.

Torna al Blog