La flotta Arcese sempre più sicura con i nuovi semirimorchi MEGA huckepack XLS

Sono oltre 400 i nuovi semirimorchi di tipo MEGA Huckepack XLS che si aggiungeranno alla flotta Arcese entro la fine dell’anno.

Per rispondere in maniera efficiente alle richieste dei propri clienti e garantire un servizio flessibile e di qualità, Arcese è da sempre impegnata a modernizzare la propria flotta di mezzi. In quest’ottica la società ha acquistato 400 nuovi semirimorchi MEGA Huckepack XLS che saranno integrati nella flotta entro la fine del 2016. Già dal nome è facile intuire l’attenzione alla sicurezza insita in questa scelta:  ”XL”, infatti, si riferisce al codice standard europeo per la sicurezza del carico, mentre “S” sta per “extra forte, sicuro e protetto”. Questo modello, importante novità sul mercato, integra le stecche laterali nel telone e grazie ad un sistema di tensionamento verso l’interno mantiene la sagoma in forma durante tutte le fasi di trasporto; per questo motivo si presta a qualunque tipo di trasporto e, in particolare, alla gestione di carichi ad elevato grado di spanciatura, come ad esempio pneumatici e merce alla rinfusa.

I nostri mezzi percorrono ogni giorno migliaia di chilometri”, afferma Marco Manfredini, responsabile della divisione FTL di Arcese. “L’impiego di veicoli sempre nuovi e all’avanguardia rappresenta l’impegno concreto di Arcese nei confronti dei propri clienti per continuare a soddisfare le loro esigenze al meglio. Questa nuova tipologia di semirimorchio, oltre a garantire la massima sicurezza della merce, assicura una velocità superiore nella gestione degli scarichi laterali e una maggiore sicurezza nelle operazioni di movimentazione”. Un elevato numero di vantaggi, dunque, come la facilità di adattamento per carichi che tendono a gonfiarsi durante il trasporto, la velocità nelle attività di carico/scarico grazie alle parti allentate e la facilità di apertura laterale. Non solo: il semirimorchio XLS grazie al sistema di tensionamento integrato soddisfa le più recenti esigenze del mercato in termini di sicurezza del carico, riducendo al contempo il rischio di furto.

Torna al Blog