Arcese si espande in Romania

La nuova filiale a Bucarest, attiva da inizio 2017, rafforza la presenza del Gruppo nell’Est Europa.

Arcese ha recentemente inaugurato una nuova filiale in Romania che va ad aggiungersi a quella di Cluj-Napoca, operativa dal 2011.

La nuova struttura, costruita per garantire bassi consumi energetici, vanta caratteristiche di alto profilo: oltre 7000 mq, 9 baie di carico/scarico a cui si aggiungono 2 baie drive/in e ha un’altezza utile di 11,5 metri. Il nuovo magazzino in classe A è adibito alla ricezione, smistamento e spedizione di prodotti generali, tra cui prodotti alimentari imballati. Ai servizi standard di magazzino si aggiungono anche attività a valore aggiunto (VAS: value-added service) che comprendono packing, co-packing, consolidamento pallet, servizio di picking e controllo.

In aggiunta ad un’ampia superficie operativa, particolare attenzione è stata posta alla sicurezza grazie all’installazione di un complesso sistema di video sorveglianza 24/7 e di sistemi di protezione antincendio sprinklers ESFR (Early Suppression Fast Response). Attenzione alla security, quella di Arcese, che si estende lungo tutta la filiera, come dimostra l’implementazione di un sistema integrato per la gestione dei requisiti UNI EN ISO 22000:2005 e l’ottenimento della relativa certificazione per il nuovo sito.

«L’inaugurazione della nuova filiale di Bucarest segna un punto molto importante nel percorso di sviluppo del business sul territorio rumeno, traguardo di cui siamo molto orgogliosi” afferma Marius Buturoaga, Country Manager di Arcese in Romania, e prosegue: “Dopo la filiale di Cluj-Napoca, questo nuovo sito rappresenta un ulteriore passo in avanti per rafforzare la leadership del nostro Gruppo in un mercato in crescita come quello dell’Est Europa. Bucarest, infatti, accoglie importanti aziende operanti nei settori automotive, fashion, alimentare ed industriale. Proprio per questa sua posizione strategica, il nuovo centro si conferma uno snodo fondamentale che rafforza il network distributivo del Gruppo in Europa.”

Torna al Blog